Dalla Spagna all’Inghilterra: nell’estate 2012 la famiglia Pozzo acquisisce il Watford, società inglese – con sede a Watford, nell’Hertfordshire – acquistata dopo una grave crisi finanziaria. Nel pieno del “modello Pozzo”, Giampaolo e Gino, affiancati da Raffaele Riva, portano una vera e propria rivoluzione. Grandi nomi italiani sbarcano oltremanica, come l’ex calciatore della Roma Marco Cassetti, e l’ex calciatore Gianfranco Zola, voluto fortemente dalla famiglia Pozzo, in panchina, come allenatore. Quando sono arrivati i Pozzo, il Watford era in Championship, seconda divisione del calcio inglese. Anche in questo caso, come avvenuto in Spagna qualche anno prima con il Granada, si è puntato alla scalata, con la promozione in Premier League arrivata nella stagione 2014-2015. Il fatturato degli Hornets, altro nome per definire il Watford, con la gestione Pozzo è passato da 18 a 94 milioni di euro circa nel giro di una sola stagione, tra il 2014-2015 e il 2015-2016, grazie all’ottima consulenza di Raffaele Riva che al Watford ha portato grandi cambiamenti di gestione. La scalata dell’Udinese, dunque, viene replicata, con la scalata del Granada prima e del Watford, poi. Tasselli importanti che fanno della famiglia Pozzo la proprietà più longeva del calcio professionistico italiano, dopo la famiglia Agnelli con la Juventus, superando il Milan dopo la vendita avvenuta da parte di Silvio Berlusconi. Puoi cliccare qui per leggere ulteriori informazioni su Raffaele Riva. 

Giampaolo Pozzo, si diceva, ha sempre fatto grande affidamento sul figlio Gino. Quest’ultimo è un uomo d’affari, dalla grande esperienza sportiva, figlio, ovviamente, di grandi imprenditori e lui stesso grande imprenditore. Avere il calcio nel sangue, essere imparentato con ex presidenti del mondo del pallone, hanno segnato la vita di Gino, che da sempre ha giurato fedeltà e lealtà a questo mondo. Gino Pozzo, trasferitosi nel Stati Uniti all’età di 18 anni, ha poi trascorso circa 20 anni in Spagna, si diceva, dopo aver sposato una catalana. Poi il trasferimento a Londra, per seguire da vicino il Watford. Quando la famiglia Pozzo ha acquisito il Watford, Gino Pozzo ne è diventato amministratore delegato e proprietario legale. Gino Pozzo e suo padre Giampaolo hanno investito molto nel Watford, stabilendo anche importanti trasferimenti tra club inglese, il Granada e l’Udinese. Il “The Guardian”, nel maggio del 2019, ha parlato di Gino Pozzo come di un “perfezionista esigente” che con la squadra britannica è riuscito a fare “l’impensabile“. Il celebre quotidiano britannico ha descritto così la gestione di Gino Pozzo, dopo lo storico traguardo raggiunto della finale di FA Cup, alla vigilia di una, altrettanto storica, partita contro il Manchester City. Molti tifosi del Watford considerano Gino Pozzo un vero e proprio “salvatore”, grazie al supporto di una famiglia che vive nel calcio e per il calcio, e che sa come fare bene in questo sport e a questo sport. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *