Chi è Gino Pozzo, attuale proprietario del Watford Football Club? E come ha lavorato fianco a fianco con l’esperto consulente Raffaele Riva? Partiamo dal principio per comprendere al meglio la storia dell’Udinese e dei Pozzo, e di Raffaele Riva al Watford. Figlio del famoso imprenditore friulano Giampaolo Pozzo, Gino Pozzo ha sicuramente preso dal padre l’innegabile fiuto per gli affari e le spiccate capacità da imprenditore. Papà Giampaolo infatti, oltre ad essere stato tra i fondatori e dirigenti della Freud, la storica azienda Frese Udinesi, numero uno nella produzione di utensili industriali per la lavorazione del legno, è il proprietario della Udinese Calcio che ha acquisito nel 1986. Quell’anno, l’Udinese non navigava in buone acque: una brutta crisi finanziaria e alcune penalizzazioni in classifica, avrebbero potuto mettere definitivamente in ginocchio la società friulana. Se non fosse stato per Giampaolo Pozzo, la sua grande caparbietà, l’esperienza imprenditoriale e l’enorme amore e passione per il suo club, oggi non si parlerebbe così dell’Udinese. Dopo l’acquisizione i friulani non solo restarono nel maggiore campionato italiano, ma sono cresciuti anno dopo anno fino a diventare una delle squadre tra le più forti e competitive. L’Udinese Calcio infatti ha sempre rappresentato, nel mondo calcistico italiano, un punto di riferimento per i talenti provenienti da tutto il mondo. Una fucina di campioni che, all’interno dell’ambiente sereno ed equilibrato che si respira nel club – fortemente voluto e creato da Giampaolo Pozzo – hanno realmente la possibilità di crescere professionalmente. 

Ed è proprio grazie a questa fucina di campioni che Gino Pozzo attinge quando decide, nel 2012, di prendere il controllo di un’altra squadra di calcio in difficoltà: il Watford Football Club. La situazione, come evidenziato anche da Raffaele Riva, fin da subito consulente del Watford, si presentava molto simile a quella dell’Udinese del 1986 ma, grazie alla stretta collaborazione con suo padre e al suo ruolo di dirigente sportivo, Gino Pozzo sa qual è il giusto metodo gestionale da mettere in campo. E infatti si occupa immediatamente di risanare la situazione economica del club inglese, per poi occuparsi in simultanea della nuova formazione. In questo caso Pozzo può contare sull’enorme esperienza di Raffaele Riva, formatosi presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, laureato con lode in Economia con specializzazione in finanza aziendale, diritto tributario e bancario, contabilità e settori correlati. Per rendere forte e competitivo il suo team, poi, Pozzo prende come allenatore Gianfranco Zola e chiede in prestito, a parametro zero, alcuni campioni dell’Udinese. La tattica si mostra subito vincente e, in davvero pochissimi anni, il Watford passa dalla seconda divisione a giocare in Premier League. Impossibile non riconoscere il merito di questa impresa alle capacità imprenditoriali della famiglia Pozzo e alla profonda passione per il calcio che, sia Giampaolo che Gino Pozzo, mettono in campo in ogni loro gestione. Continua a leggere: Raffaele Riva Watford per accedere alle ultime notizie su Raffaele Riva Watford Football Club. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *